Omaggio a Wikipedia – Verso Esino Lario – VI°
30×21 cm
Acrilico e pastello olio su c.t.
2016

linette1

Carlo Maria Giudici (Lecco  – Italy).
1973 – 2018 | QUARANTA CINQUE ANNI DI VITA ARTISTICA
Maestro di corrente astratto-impressionista e artista postale nasce a Lecco nel 1954.
Fin da giovanissimo si dedica alla pittura. La frequenza di un istituto tecnico e l’attività di disegnatore progettista svolta in quel periodo, lo porta a conoscere ed approfondire la tematica del disegno prospettico e volumetrico.
Ottimo disegnatore con il colore nel sangue, nel 1973 esordisce con la sua prima personale di pittura riscuotendo successo di pubblico e di critica. Sin dal 1982 è presente sul catalogo: QUOTAZIONI ED ASTE della pittura italiana contemporanea IL QUADRATO EDIZIONI e da quel periodo è impegnato in ricerche astratto – pittoriche con l’utilizzo di diverse tecniche e l’ausilio di materiali diversi consoni ad altri usi, raggiungendo una competente abilità espressiva e un’efficace manualità, avvalorate dalla sua maturità creativa. Attualmente la sua attività artistica è convalidata dalla sua presenza sulle ultime quattro edizioni del CAM Catalogo dell’Arte Moderna – Editoriale Giorgio Mondadori Ediz. 49/2014 – 50/2015 – 51/2016 – 52/2017 – 53/2018. Pluriaccademico di merito ricordiamo il primo titolo ottenuto nel 1982 all’Accademia Toscana “IL MACHIAVELLO” Firenze, la sua presenza dal 2006 all’AIAM Accademia Internazionale Arte Moderna di Roma e non per ultimo nel 2014 viene insignito del titolo di Socio Onorario – Pontificia Accademia Mariana Internazionale – Città del Vaticano.
Giudici tiene personali prediligendo e sviluppando progetti espositivi a tema, conduce laboratori artistici nell’ambito pubblico e scolastico. Partecipa a concorsi e premi d’arte ottenendo pregevoli riscontri da parte del pubblico e della critica. I soggetti trattati sono: paesaggi, figure, composizioni, eseguiti con tecniche tradizionali quali: olio, tempera acquarellata, acquarello, acrilico, collage, pastello, inchiostro, ecc. e/o sperimentali.
In particolare propone nelle sue opere il valore del colore che, trasformato dal rapporto con la luce, produce vitalità nel processo pittorico.
La relazione tra i colori che compongono il dipinto e le energie che questi producono nell’animo dell’osservatore.
Anche nell’ambito del sacro lo si vede protagonista con alcune personali di pittura delle quali ricordiamo lo studio e la trattazione della figura sofferente del Cristo in croce e la rappresentazione delle opere di Misericordia Materiali e Spirituali esposte durante il periodo del Giubileo nella Basilica di San Nicolò a Lecco.
In questi quarantacinque anni di vita artistica, ha catalogato e certificato più di duemila settecento lavori (dipinti, schizzi, disegni, collage, piccole installazioni, libri d’artista, miniature, ecc.), ha partecipato a oltre duecento manifestazioni d’Arte collettive, personali di pittura e performance live. Il suo impegno nell’ambito internazionale lo ha portato a superare le duecento presenze in manifestazioni che riguardano l’Arte in genere.
Più di cinquanta i premi e i riconoscimenti artistici
Più di sessanta sono i cataloghi e libri d’Arte che trattano la sua attività pittorica.
Più di ottanta le persone, critici d’Arte, giornalisti, galleristi, collezionisti, scrittori, poeti, che hanno scritto di lui tra i quali citiamo: F. De Gregorio, S. Falzone, G. Falossi, M. Ferrario, P. Levi, G. Martucci. A. Sala, C. d’Aquino Mineo.
Quindici sono i titoli di accademico di merito o attestazioni equivalenti.
Carlo Maria Giudici è a disposizione del pubblico presso la sua dimora d’artista per incontri riguardanti il mestiere e il sapere artistico.
Tutti giorni pubblica un dipinto sulle sue pagine di Facebook, sono visualizzabili più di mille dipinti.
E’ presente sul CATALOGO DELL’ARTE MODERNA (CAM) Ediz. N° 49 – 50 – 51 – 52 – 53

linette2

Vote for this artwork! Please click Facebook likeTwitter, Pinterest and Google plus
Vota questa opera! Clicca Mi piace su FacebookTwitter, Pinterest e Google plus