Autoritratto introspettivo
70×50 cm.
olio su tela
2015
€ 500

Vote for this artwork! Please click Facebook likeTwitter, Pinterest and Google plus
Vota questa opera! Clicca Mi piace su FacebookTwitter, Pinterest e Google plus

linette1

Pasquale Leonetti  (Bari – Italy) è nato  a Terlizzi. Sin dall’infanzia mi affascinava il poter creare immagini dal nulla con il disegno.  Abbandonando gli studi presso un istituto tecnico per incompatibilità al sistema scolastico, approfondisco la conoscenza della pittura da autodidatta e mi accosto all’età di 15 anni alla pittura ad olio. Subendo l’influenza di pittori come Raffaello Sanzio e Caravaggio  studiandone gli stili ma anche le vite e eseguo alcune copie d’autore. Mi accosto al Surrealismo e inevitabilmente vengo ammaliato dal genio di Salvator Dalì. Eseguo opere simbolico-surreali  adoperando il metodo paranoico-critico. In paesaggi caratterizzati da forti contrasti fra deserto e  ghiacciai  a volte extraterrestri, a volte quasi monocromi, appaiono visioni di oggetti fortemente simbolici come sfere di vetro che distorcono la realtà o conchiglie vuote che distruggono elementi come manichini di legno o foglie caduche. Nella collana di 9 quadri chiamati “OSSIMORI” ricerco i due opposti di una realtà come “l’ermetico palese” visione che si dipana intorno alla creazione artistica analizzandola nella scissione fra idea e tecnica. Stesso tema per “materia e concetto”: materia che tramite la gestualità si trasforma in scultura e in un concetto espressa da essa. In “scacchi & tarocchi” la diversità di due giochi opposti che simboleggiano la freddezza della logica all’irrazionalità della passione e del destino. Nel trittico “LOBOTOMIA” invece c’è la necessità di abbandonare alcune meccaniche simboliche, per cui nei paesaggi surreali irrompono conchiglie che vorrebbero cancellare alcuni elementi; quasi una  lobotomia poetica. Contemporaneamente lavoro su paesaggi, composizioni, ritratti, nature morte e copie di autore.
“Se vi rifiutate di studiare l’anatomia, l’arte del disegno e della prospettiva, la matematica dell’estetica e la scienza del colore, lasciatevi dire che questo è un segno più di poltroneria che di genio” Salador Dalì.
Nell’aprile del 2004 partecipo alla collettiva Primaverarte  presso AM art gallery di Giovinazzo. Nello  stesso anno a ottobre, partecipo al Premio Nazionale Natiolum organizzato dalla medesima galleria presso Sala Bastione di Giovinazzo con le opere Lobotomia 1 e 2 conseguendo il riconoscimento come miglior giovane artista: Evidente la cura dei particolari in una trattazione del colore estremamente rigorosa[…] Antonella Merra.
Nel 2005 partecipo nuovamente a Primaverarte e al premio nazionale Natiolum con l’opera surreale Lobotomia 3, dove incontro l’artista Tiziana Luigia Tangari,che diventerà nel 2008 mia moglie, con cui inizio una costruttiva collaborazione. A  luglio partecipo alla collettiva di arte contemporanea “Giovani artisti a confronto” a Santo Spirito Bari.
Ii 23 aprile del 2006 partecipo alla mostra ”I Valori e la Dignità dell’Uomo” organizzata dalla Pro Loco di Terlizzi in occasione della pubblicazione del prof. Antonio Lisi su Don Pietro Pappagallo, sacerdote e martire delle Fosse Ardiatine,e la messa in onda della fiction in due puntate trasmessa su rai uno ”La buona battaglia”. Nel luglio 2006 presso i locali della Brasserie Vinerie Marinelli ,gli artisti nonché responsabili della galleria ADSUM,  Maria Bonaduce e Giovanni  Morgese presentano la mostra “ANTITESI”dove espongo con Tiziana Tangari: Dopo un iniziale periodo di studio e sperimentazione parallelo e individuale i due giovani artisti terlizzesi, presentano le loro opere con l’intento di mostrare il modo in cui i loro lavori, nonostante le divergenze tecniche ed espressive, si incontrano nel medesimo contesto tematico[…] Maria Bonaduce. Nello stesso anno consegno due pregevoli bassorilievi in terracotta  di notevole grandezza eseguiti da me e da Tiziana Tangari raffiguranti San Giuseppe da Copertino e San Pio da Petralcina alla Chiesa di San Giovanni Battista (vulgo S.Francesco) a Giovinazzo. A novembre espongo nella manifestazione  “La Domenica dei vini” a Terlizzi.
Nel  2011 Partecipo  al “PREMIO  NAZIONALE  NATIOLUM” con un opera inerente al concorso che si distingue per tecnica ed esecuzione.
Il 21 agosto del 2016 inauguro presso “SALA IL BASTIONE” sito in Giovinazzo (BA) la mostra personale “VOCI E VOLTI IL RITRATTO E LA FIGURA” nell’ambito della manifestazione Artestate a cura di AM artgallery. L’esposizione comprende una serie di ritratti di artisti noti con tecniche e mezzi diversi, ricercando la vera essenza nei volti dei personaggi ispiranti, carpendone emozioni e pensieri, in una ricerca interiore atta a sondare le profondità artistiche e intellettive umane.
IL  2017 viene publicato sul catalogo ”L’ELITE”,introdotto da Philippe Daverio, una mia opera:“Samuel L.Jackson” olio su tela 50×70 con quotazione opere da 500 a 1500 Euro. A dicembre dello stesso anno partecipo alla XV rassegna d’arte contemporanea PREMIO NAZIONALE NATIOLUM dove la giuria con a capo Architetto Maria Italia Zacheo mi conferisce una segnalazione di merito per l’opera “FIAT LUX” in concorso. Nello stesso anno pubblico varie opere sul catalogo “Arte e artisti contemporanei” n° 44 edito da Pagine.

linette2

Vote for this artwork! Please click Facebook likeTwitter, Pinterest and Google plus
Vota questa opera! Clicca Mi piace su FacebookTwitter, Pinterest e Google plus