Dimenticare
50×120 cm
olio e acrilico su tela
2016

Vota questa opera! Clicca Mi piace su FacebookTwitter, Pinterest e Google plus

linette1

Renato Serafin (Treviso  – Italy)​. Tutto nacque in tenera età, alle scuole elementari la maestra mi metteva in un angolo, da solo per disegnare e colorare i cartelloni geografici o storici per poi appenderli alle pareti dell’aula come materiale didattico. Io mi divertivo e non pensavo neppure il perché sceglieva me…
Più tardi, dopo la scuola dell’obbligo, volevo studiare arte, ma nessuno mi garantiva niente, sembrava tutto strano, quello che a me piaceva non dava nessuna garanzia economica! Tutto girava storto. Quindi ascoltai i consigli di allora, fare una scuola tecnica dove avrei subito trovato lavoro!
Così, diplomato perito industriale, come da consiglio, mi inserii subito nel lavoro e per vent’anni non feci più un’opera artistica fino ad arrivare nell’anno 2004.
Anni giusti per delocalizzare i prodotti industriali nei paesi dell’est, in quell anno disegnavo la parte tecnica di orologi da polso per la Tag-heuer.
Alla fine, causa costi elevati di fabbricazione, quattrocento persone furono messe in mobilità per due anni.
L’unico che cambiò stile di lavoro e di vita e non rientrò più nelle industrie da allora sono stato io in effetti utilizzando al meglio i due anni della mobilità riscoprii un altro mondo, quello che non avevo capito prima. Ritornai a dipingere e terminata la mobilità, per garantirmi un certo reddito fisso mensile andai alla ricerca di un lavoro part-time, il mio scopo era, mezza giornata di lavoro e mezza giornata di passione per l’arte!
Cosi avvenne! fortunatamente, faccio pure un part-time che mi piace! Rimango sempre a contatto diretto con la gente. L’altra metà della giornata viene dedicata o alle faccende domestiche o all’arte.

linette2

Vote for this artwork! Please click Facebook likeTwitter, Pinterest and Google plus
Vota questa opera! Clicca Mi piace su FacebookTwitter, Pinterest e Google plus