Tabula Picta n. 6
70×80
matite e pastelli cerosi su legno compensato
2015

linette1

Renzo Sbolci (Livorno – Italy) nato a Livorno nel ’47, si è sviluppato a partire dagli anni ’70 e, tranne un brevissimo inizio nell’area figurativa ispirata all’opera pittorica di Giorgio Morandi, subito si è indirizzato verso la pittura gestuale e materica col rifiuto totale del conoscibile e la  ricerca di forme che avessero carattere simbolico, archetipico. Forme che dovevano vivere in un spazio nuovo privo di connotazioni prospettiche, spazio fluido in espansione  oltre i limiti della tela.
Viene di conseguenza che lo Sbolci non guarda al mondo esterno ma indaga nelle profondità ancestrali del proprio io e dell’Anima.
Nasce così la forma stilizzatissima del Pesce privo di sguardo in perenne lotta contro le forze ostili della Vita ed allo stesso tempo in costante ricerca della Felicità.
Dagli anni ’90 abbandona il supporto tela per il legno che gli permette di creare forme più libere fatte di pieni e vuoti. Dagli inizi del 2010 infine anche l’abbandono dei materiali classici quali smalti e vernici e dello strumento tipico della pittura, il pennello, a vantaggio delle matite e dei pastelli cerosi che permettono un maggiore contatto tra il legno e la mano.

linette2

Vote for this artwork! Please click Facebook likeTwitter, Pinterest and Google plus
Vota questa opera! Clicca Mi piace su FacebookTwitter, Pinterest e Google plus

biancoscuro art contest Winter Edition - biancoscuro art magazine