Gladys Sica

Poemario disperso
150×100 cm.
olio su tela
2007

linette1

Gladys Sica  (Milano  – Italy). Artista visiva, poetessa italo-argentina e meditante, dopo aver attraversato l’oceano varie volte, nei due sensi d’andata e di ritorno fra Buenos Aires e Milano, ora vive e lavora da più di venticinque anni in Italia.
Professoressa di Scultura, Disegno e Storia dell’Arte, vincitrice di oltre cinquanta premi artistici e letterari.
Realizza più di venti mostre Personali, la prima in Italia alla Galleria “Ciovasso” di Milano e numerosi Murales latinoamericani, due dei quali di m. 130 x 3.
I suoi lavori sono presenti in cataloghi artistici e collezioni pubbliche e private d’Argentina, Italia, Francia, Svizzera, Spagna.
È presente in antologie, cataloghi, biblioteche, riviste e siti web d’Italia, Spagna, Grecia, Usa, Argentina, Cile, Colombia, Perù, Venezuela, Messico.
Ha collaborato con le riviste italiane di letteratura e arte “Controcorrente” e “Alla Bottega”, inoltre è corrispondente in Italia della rivista “Generación abierta” d’Argentina, con recensioni su artisti e mostre, interviste e traduzioni di poeti.
Interviste all’autrice: Rivista letteraria “Jirones de Azul” di Spagna, Rivista di arte e poesia “Alla Bottega” di Italia, Rivista artistica e culturale “Generación abierta” d’Argentina.
Testi critici sulla sua opera: Aldo Maria Pero, Memmo Giovannini, Gianmario Lucini, Rossana Bossaglia, Marco Saya, Massimo Giannotta, Fortuna Della Porta, Franco De Faveri, Giorgio Seveso, Giuseppe Possa, Sergio Spadaro, Iole Natoli, Daniela Bolsi, Marzia Mazza, Domenico Cara, Franco Migliaccio, Gianni Pre, Raffaele De Grada in Italia. Guillermo Cuello, Luis Calvo, Osvaldo Argento, Luis Benítez in Argentina.
Libri pubblicati:“Vento atlantico” vincitore del concorso poetico “Controcorrente” Milano, 2009; “Nel fuoco del silenzio –il viaggio” vincitore del concorso “Antonia Pozzi” Milano, 2005 e “Ternura animal” Finalista Concorso di poesia “Ramón Plaza” Buenos Aires,1996.
“È difficile definire secondo il corrente linguaggio interpretativo la produzione pittorica di Gladys Sica; ella si avvale di formule espressive che potremmo definire figurative, anche per via della riconoscibilità fisica dei personaggi, ma nel contempo ci consente letture astratte delle immagini medesime.
Per altro gli stessi titoli che ella appone alle sue raffigurazioni puntano sulla loro leggibilità naturalistica ma nel contempo sulla loro forza trasfiguratrice. Non è estraneo a questo suo modo di esprimersi il rapporto intenso che ella testimonia tra la sua comunicativa per immagine e quella attraverso il linguaggio poetico; linguaggio, tra l’altro, che ci parla mantenendo forte affinità espressiva, in lingue diverse.”(Brano del testo critico di Rossana Bossaglia)

linette2

Vote for this artwork! Follow Biancoscuro Art Contest on Facebook and Instagram!
Vota questa opera! Segui Biancoscuro Art Contest su Facebook e Instagram!